politiche agricole

Greenpeace: le politiche agricole UE devono ripartire da zero

Creare un sistema alimentare più sostenibile e costruire un quadro globale a tutela degli ecosistemi

La Commissione europea pubblicherà oggi, mercoledì 20 maggio, l’attesa strategia “Farm to Fork”, congiuntamente al programma “Biodiversità 2030”. Entrambi sono componenti essenziali del Green Deal europeo: il primo per la creazione di un sistema alimentare più sostenibile, il secondo per la costruzione di un quadro globale a tutela degli ecosistemi.

In quest’occasione Greenpeace chiede di allineare le politiche agricole dell’UE alla tutela ambientale che riguarda molto da vicino la salute umana.
Solo attraverso uno sforzo politico congiunto a livello europeo sarà infatti possibile “cambiare rotta, come spiega Federica Ferrario, responsabile della campagna agricoltura di Greenpeace Italia, e aiutare “gli agricoltori a produrre alimenti sani e rispettosi dell’ambiente”. Per riuscirci però “è necessario infrangere il tabù dell’aumento di produzione ad ogni costo […]. Questo è il momento per iniziare a produrre e consumare meno e meglio”, cosa di cui anche alcuni europarlamentari sembrano convinti. 

Leggi l’articolo su GREENPEACE

Leggi anche: “Community forestry farming sustainability in the Democratic Republic of Congo”

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *