Brexit and Far Right Nationalism in Europe: Risking European Landscape of Peace and Democracy

L’ondata nazionalista che sta investendo l’Europa sembra minare alla base quel progetto di “società aperta” su cui si sarebbe dovuta fondare l’Unione

L’UE, viste anche le recenti risposte politiche all’avvento del nuovo coronavirus, sembra aver ormai svelato il suo vero volto, quella “apertura di facciata” che supera di molto un reale progetto democratico e di cooperazione tra Nazioni.

I presunti cardini etici e sociali dell’Unione vacillano sempre più e l’ondata di estrema destra non aiuta di certo. Unita alla Brexit pare dare un colpo di grazia a quei valori condivisi dei paesi membri, che siano la tolleranza o la coesione sociale.

Lo stesso euroscetticismo inglese, alimentato da sentimenti populisti, uniti a nazionalismo e conservatorismo sociale, è difficilmente biasimabile. In un’Unione in cui pare contare soprattutto il denaro, come biasimare un paese che, con la Brexit, cerca di ritrovare la sua autonomia, quantomeno economica?

Leggi l’articolo su MODERN DIPLOMACY

Leggi anche: “Why EU membership still matters in Western Balkans

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *